PERUGIA

07/06/2019 15:00 – 18:00

Alle IMPRESE associate UNAE verranno riconosciuti crediti formativi per il mantenimento della QUALIFICAZIONE con rilascio dell’ATTESTATO di partecipazione.

PRESENTAZIONE

Le statistiche e le cronache quotidiane mettono in evidenza la pericolosità dell’uso dell’energia elettrica e del gas negli ambienti domestici. Tenendo conto che i luoghi residenziali abitativi sono in massima parte frequentati da persone non addestrate alla scelta e all’uso di materiali e componenti elettrici, una parte rilevante spetta, ai fini della sicurezza, al tipo di impianto elettrico realizzato e alla capacità dell’esecutore dell’impianto stesso. Ciò determina il fatto che gli impianti elettrici devono essere costruiti secondo i criteri della regola dell’arte della quale le norme CEI rappresentano l’espressione più rilevante. La sicurezza elettrica, per essere messa in pratica, si avvale delle “Norme di sicurezza degli impianti”, stabilite dalla Legge n. 37 del 2008, con lo scopo di garantire a tutti i cittadini la sicurezza nelle abitazioni e nei luoghi di lavoro dai possibili pericoli derivanti dagli impianti elettrici. Per tutti gli impianti e, quindi, anche per l’impianto elettrico ed elettronico, la Legge prevede che chi ha il compito di realizzarli debba possedere determinate caratteristiche di professionalità e di capacità a progettarli, installarli e verificarli. Il progettista e l’Installatore sono due figure fondamentali, che possono coincidere, per la sicurezza elettrica, sia dal punto di vista della professionalità, sia da quello della responsabilità di fronte ad eventuali incidenti. Se l’Amministratore ordina lavori sugli impianti, come rifacimenti, modifiche o adeguamenti che comportino l’obbligo della stesura di un progetto, è compito del progettista elaborare il progetto e dell’Installatore realizzare un impianto a “regola d’arte”. Al termine dei lavori l’Installatore deve rilasciare la “dichiarazione di conformità” (DICO), un documento importante che attesta l’esecuzione dei lavori secondo la regola dell’arte e che solleva l’Amministratore da ogni responsabilità. In un condominio ci sono diverse tipologie di impianti e la loro mancata manutenzione porta a gravi situazioni di rischio e possibili incidenti anche mortali, con gravi responsabilità civili e penali di condomini e Amministratori. Verranno trattate anche le opportunità fiscali di “Ecobonus” per la riqualificazione energetica degli edifici, di “Sismabonus” per il consolidamento sismico e il libero mercato dell’energia elettrica.

Ecco quindi l’associazione UNAE (Albo di Qualificazione delle Imprese Installatrici di Impianti Elettrici) che qualifica gli installatori e li segue con corsi di formazione, seminari, incontri tecnici e convegni per mantenere aggiornati i propri soci alle norme tecniche e di legge.

LA SEGRETERIA UNAE UMBRIA

 

Relatori

RELATORI

16,00 – Relatore ENEL ENERGIA – Dott. Gabbarelli Fabio

16,30 – Relatore ANACI – Avv. Marco Pelloni

17,00 – Relatore UNAE – Ing. Marco Moretti

18,00 – Relatore ENEL X – Dott. Battista Stefano

Programma

15:30 Registrazione partecipanti

15:50 Saluti

Dott.ssa Canna Daniela – ENEL ENERGIA

Dott. Toccaceli David – ANACI

Ing. Bonini Baldini Giacomo-Presidente Unae Umbria

Dott. Severini Enzo – Presidente Anse Toscana e Umbria

16,00 – Relatore ENEL ENERGIA – Dott. Gabbarelli Fabio

Il mercato libero dell’energia

16,30 – Relatore ANACI – Avv. Marco Pelloni

La responsabilità civile e penale degli amministratori

17,00 – Relatore UNAE – Ing. Marco Moretti

Impianti elettrici nel condominio tra obblighi di legge e normative – La prevenzione da incendio

18,00 – Relatore ENEL X – Dott. Battista Stefano

Le nuove opportunità per la riqualificazione energetica e consolidamento sismico degli edifici con cessione del credito di imposta.

18,30 – Discussione